Aereo in fase di decollo perde 172 lingotti: una pioggia d’oro

Siberia, 15 marzo 2018 – Non capita tutti i giorni che dal cielo piovano lingotti d’oro, ma è quello che è successo oggi in un aeroporto siberiano, dove un aereo cargo An-12, che trasportava circa nove tonnellate di oro e platino, ha perso parte del suo carico per via di un portellone rotto in fase di decollo. Secondo quanto riporta l’agenzia Interfax, Il velivolo era decollato dall’aeroporto di Yakutsk, nella Siberia nord-orientale (Russia) ma, complice un errore nel fissaggio, ha disseminato lungo la pista ben 172 lingotti del prezioso materiale. I forti venti che spiravano al momento del decollo hanno causato l’apertura del portello, innescando la pioggia dorata.
Dopo l’accaduto, il velivolo è atterrato nel vicino aeroporto di Magan, a 12 chilometri da Yakutsk, senza nessuna conseguenza per i cinque membri dell’equipaggio. Oro per un peso di 3,4 tonnellate è stato recuperato dalla pista, ha fatto sapere una fonte del ministero dell’Interno alla Tass, ma è possibile che altri lingotti siano precipitati nella tundra gelata. Non è quindi da escludere che l’episodio generi una vera e propria corsa all’oro, dato che secondo le prime stime il valore del carico era di oltre 305 milioni di euro.

(26)

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *