Da 10 anni aiutiamo i napoletani usando i social. Hanno provato a clonarci, ho denunciato

Da 10 anni aiutiamo i napoletani usando i social. Hanno provato a clonarci, ho denunciato

Da 10 anni aiutiamo i napoletani usando i social. Hanno provato a clonarci, ho denunciato

Author: Pierluigi Frattasi
Data : 2023-12-13 20:41:58
Dominio: www.fanpage.it
Leggi la notizia su: Napoli Fanpage
LEGGI TUTTO


Il gruppo Facebook compie 10 anni. Il ideatore Sergio Colella, oggi consigliere comunale, a Fanpage.it: “Hanno provato a clonarci, ma noi aiutiamo davvero”

Compie 10 anni il gruppo Facebook “Sos amici………. aiutiamoci tra noi (Sergio Colella&rosanna Terracciano)”. Fu fondato nel 2013 da Sergio Colella, oggi consigliere comunale di maggioranza a Napoli, a sostegno della giunta del sindaco Gaetano Manfredi, e da sua moglie Rosanna Terracciano. Il gruppo è diventato nel corso degli anni più di una bacheca, ma un punto di riferimento per decine di migliaia di napoletani. Consultato anche da utenti di altre regioni. Oggi conta oltre 120mila iscritti.

Colella: “Hanno provato a clonarci, ho denunciato”

“Abbiamo dato una mano a tante persone in questi 10 anni – racconta a Fanpage.it Sergio Colella, che è anche consigliere della Città metropolitana di Napoli, con delega a Sport e Giovani – creando una comunità dove chi aveva un bisogno o un problema, anche grave, poteva essere messo in contatto con chi poteva risolverlo. Sulla nostra scia sono nati anche tanti gruppi cloni. Addirittura hanno usato abusivamente anche il mio nome e cognome, una cosa che ho denunciato un anno fa alla Polizia Postale. Ma io posso dire che il nostro gruppo ha aiutato davvero”.

“Abbiamo fatto rincontrare amici dopo 70 anni”

Ogni giorno sul gruppo Facebook vengono pubblicate decine di post da parte degli utenti. “Ci sono tanti episodi da poter raccontare – spiega Colella – Tanti messaggi riguardano richieste di ritrovamento di documenti, chiavi e cellulari smarriti. Persone disperate che temono di aver perso per sempre il loro smartphone con i ricordi di una vita, scoprono con sorpresa che invece è possibile vederli restituiti in poche ore ai legittimi proprietari”.

Ma non solo. “Abbiamo fatto rincontrare amici di infanzia che non si vedevano da 70 anni – conclude Colella – Sempre grazie ad una nostra campagna, siamo riusciti a vincere un concorso di restauro per la fontana di porfido rosso del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. E, ancora, abbiamo fatto adottare più di 250 cani abbandonati, avviato campagne di aiuto per reparti ospedalieri e attività di prevenzione, assistenza a donne vittime di violenza, raccolte per le famiglie disagiate, giocattoli e calze per la Befana, uova di Pasqua. Speriamo di poter continuare così anche per i prossimi 10 anni. Grazie, e buona vita!”.



Leggi la notizia su: Napoli Fanpage

LEGGI TUTTO

Pierluigi Frattasi , 2023-12-13 20:41:58 ,

Previous Il pentito sul voto a Poggiomarino, il sindaco: “La mia squadra non ha mai avuto contatti con malavitosi”

Leave Your Comment