Democrazia e stabilità per la Libia, il principe El Senussi spiega il ruolo dell’Italia

Democrazia e stabilità per la Libia, il principe El Senussi spiega il ruolo dell’Italia

Democrazia e stabilità per la Libia, il principe El Senussi spiega il ruolo dell’Italia


Perché leggere questo articoloTrue-News dialoga con il principe Mohammed El Senussi, uno dei più attivi sponsor del confronto per la pacificazione della Libia. Il quale chiama in causa l’Italia come attore di mediazione che può esser decisivo.

Quale futuro per la Libia? Il martoriato Paese al di là del Mediterraneo, la fu “Quarta Sponda” dell’Italia, rimane sempre strategico e di complessa definizione nei suoi elementi politici fondamentali. La Libia, anzi “le Libie” si dovrebbe dire visto l’annosa spaccatura tra Tripoli e Tobruk, tra governo e Parlamento, tra influenze esterne diverse, necessita di trovare stabilità e prospettive di rilancio per un dialogo.

Un Paese strategico e diviso

Ad oggi la stabilità della Libia è strategica sia per le necessità della società del Paese nordafricano che per il contesto regionale. Una Libia stabile vorrebbe dire un Mediterraneo centrale stabile; consentirebbe di avere un banco di prova per il dialogo e il confronto tra le varie potenze che oggi guardano a Tripoli, dalla Turchia agli Emirati Arabi, dalla Francia alla Russia. Last but not least, sarebbe decisiva per l’Italia su diversi aspetti. Una Libia stabile consentirebbe all’Italia di avere il suo “piede a terra” per il Piano Mattei per l’Africa, di incentivare la soluzione della questione migratoria valorizzando il “diritto a non emigrare” e consentirebbe di sdoganare investimenti sistemici.

Eni, Bonatti e WeBuild sono tre dei…


Author: Andrea Muratore
Data : 2023-12-27 08:42:17
Dominio: www.true-news.it
Leggi la notizia su: Politics – True News.
LEGGI TUTTO

Previous Fedez torna sui social per Natale e si dedica ai figli: Chiara dov’è?

Leave Your Comment