G7, così si amplia la guerra economica tra Occidente e Russia

G7, così si amplia la guerra economica tra Occidente e Russia

G7, così si amplia la guerra economica tra Occidente e Russia



rewrite this content and keep HTML tags

Il G7 fa un altro passo verso il disaccoppiamento tra il mondo occidentale e la Russia che ha invaso l’Ucraina aprendo a un finanziamento a Kiev che sarà ripagato tramite il sequestro dei proventi degli asset russi congelati fino a raggiungere un montante di 50 miliardi di dollari.

La mossa del G7

Una misura che amplia la conflittualità geoeconomica tra l’Occidente e Mosca ma, va ricordato, non va alle estreme conseguenze. A valle della chiusura dell’Unione Europea e degli Usa alle transazioni in euro e dollari da parte della Banca centrale russa, non è passata l’opzione radicale paventata dagli Stati Uniti che propugnava la confisca totale delle riserve della Banca centrale russa all’estero, dei fondi di oligarchi, governo russo e società dello Stato che si trovano tra Europa e Usa e degli altri beni finanziari temporaneamente congelati. Il valore totale di queste riserve è stimato in 280 miliardi di dollari.

“Temporaneamente” è la parola chiave. Perché nel quadro dell’uso politico del diritto (lawfare) e della guerra economica Russia e Occidente sono arrivati a una curiosa simmetria. A Mosca le società controllate da attori di “Paesi ostili” vedono le loro quote non sequestrate ma trasferite in forma provvisoria sotto la governance di società russe. E alle consociate che restano attive viene vietato di portare fuori i profitti. Ovviamente, in forma temporanea. L’Occidente, invece, non va fino in fondo nello sconvolgere la certezza dei…



Source link
di Andrea Muratore
www.true-news.it
2024-06-14 13:41:24 ,

Previous Kazakistan, dopo due secoli i cavalli selvatici sono tornati nella steppa

Leave Your Comment