L.A. Italia a Hollywood con i grandi maestri – Campania


Da Bertolucci a Pasolini, al Chinese Theatre fino al 24 aprile


(ANSA) – NAPOLI, 17 APR – Da Bertolucci a Pasolini, da
Rossellini a Visconti, alcuni tra i grandi maestri del cinema
italiano tornano in sala a Hollywood per il 16/o L.A., Italia
Festival (18-24 aprile), primo evento a svolgersi in presenza al
Chinese Theatre a pochi giorni dagli Oscar. “The Italian
Masters” by Intesa Sanpaolo, con Minerva Pictures, è infatti tra
le attrazioni dell’evento promosso con il ministero della
Cultura (Dg Cinema) che si inaugura sul web (domani ore 18) con
un omaggio a Ennio Morricone (a cura del figlio Andrea e del
flautista Griminelli).
   
Sono 163 i titoli, tra cinema contemporaneo, opere in
nomination e classici. Partite le prenotazioni, solo 100 i posti
(gratuiti). ”Siamo emozionati, riportare in sala per il
pubblico Usa questi capolavori è il nostro messaggio: cultura e
identità saranno le basi della rinascita. Ringrazio Gianluca
Curti con Minerva e MovieItaly per averci regalato questa
selezione – dice Andrea Iervolino presidente di L.A.,Italia 2021
con il premio Oscar Nick Vallelonga – Con Pascal Vicedomini ed
il board dell’Istituto Capri nel mondo (Tony Renis, Marina
Cicogna e Franco Nero) abbiamo sempre voluto promuovere la
nostra arte negli Usa”.
   
Di Bertolucci, a pochi passi dalla sua ‘stella’ sulla Walk
Of Fame sarà proposto Il conformista, candidato all’Oscar ’72.
   
L’assegnazione della ‘stella’ (nel 2008 dalla Hollywood Chamber
of Commerce) fu promossa proprio dall’Istituto Capri. In
cartellone anche Medea di Pierpaolo Pasolini con Maria Callas,
Il Generale della Rovere di Roberto Rossellini con Vittorio de
Sica, Bellissima di Visconti con Anna Magnani, Il Gatto di Luigi
Comencini con Ugo Tognazzi, Il Medico della Mutua di Luigi Zampa
con Alberto Sordi. In programma nelle altre sezioni oltre ‘La
vita davanti a sé’ di Edoardo Ponti con Sophia Loren (Laura
Pausini candidata con Diane Warren e Niccolò Agliardi per Io sì
(Seen) e Pinocchio di Garrone (candidati il costumista Cantini
Parrini e i truccatori e parrucchieri Coulier, Dalia Colli e
Pegoretti). E tra gli altri titoli anche I predatori di Pietro
Castellitto, Paolo Conte – Via con me di Giorgio Verdelli,
Fellini degli spiriti di Anselma dell’Olio, Natale in Casa
Cupiello di Eduardo de Angelis. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA