la prima notte di nozze in ospedale per gli sposi del crollo del solaio a Pistoia

la prima notte di nozze in ospedale per gli sposi del crollo del solaio a Pistoia

la prima notte di nozze in ospedale per gli sposi del crollo del solaio a Pistoia


Se due giorni fa qualcuno avesse chiesto loro come immaginavano sarebbe stata la prima notte di nozze di certo non avrebbero mai risposto che l’avrebbero volentieri trascorsa uno accanto all’altra, mano nella mano, ma su due letti distinti in un pronto soccorso d’ospedale: invece è la sorte toccata a Paolo Mugnaini e Valeria Ybarra, i due sposi di 26 anni che ieri stavano festeggiando il matrimonio all’ex Convento di Giaccherino (oggi adibito a ristorante) di Pistoia, in località Pontelungo, dove durante il ricevimento è crollato il pavimento facendo precipitare nel piano sottostante decine di persone.

Lei è residente a Roma, lui a Lastra a Signa, in provincia di Firenze: stavano ballando e brindando con i loro amici e parenti quando all’improvviso il pavimento ha ceduto per cause ancora da accertare. Il bilancio è di una trentina di feriti, sei dei quali trasportati in ospedale in codice rosso. Una tragedia sfiorata sulla quale andrà fatta piena luce.

Tra i feriti, per l’appunto, anche Paolo e Valeria: i due sono stati trasporti in ospedale per accertamenti e dimessi nel corso della notte. Per loro, fanno sapere fonti sanitarie, solo qualche contusione e un grande spavento. Le nozze erano state celebrate poche ore prima nella parrocchia di San Bartolomeo in Tuto, a Scandicci dove risiede anche la famiglia del 26enne, insegnante e figlio di due psicologi. “È successo in un momento di ballo. Ho subito cercato di portare aiuto” ha raccontato il padre del ragazzo ai soccorritori. Ex studente dell’istituto scandiccese Russell Newton, prima di dedicarsi agli studi universitari in ingegneria, Paolo è molto legato, come tutta la famiglia, alla Comunità neo-catecumenale scandiccese, che fa riferimento alla chiesa di San Bartolomeo in Tuto.

Intanto la Procura della Repubblica di Pistoia ha posto sotto sequestro la struttura, gli inquirenti hanno aperto un fascicolo al momento a carico di ignoti ipotizzando i reati di lesioni colpose e omissione di lavori necessari a rimuovere i pericoli. Con l’ausilio del lavoro dei tecnici dei vigili del fuoco, la Procura sta cercando di ricostruire le cause che hanno portato al crollo del solaio. Al momento l’ipotesi ritenuta più probabile è quella di un cedimento strutturale del pavimento sul quale stavano ballando gli invitati alla festa.





Source link
di Davide Falcioni
www.fanpage.it
2024-01-14 15:02:02 ,

Previous In giro armato nel rione Salicelle, gli trovano le tasche piene di coltelli e orologi

Leave Your Comment