Le sfide dei conservatori dopo le Europee. Parla Fiocchi (Fdi)

Le sfide dei conservatori dopo le Europee. Parla Fiocchi (Fdi)

Le sfide dei conservatori dopo le Europee. Parla Fiocchi (Fdi)



rewrite this content and keep HTML tags

Rieletto al Parlamento Europeo nella circoscrizione Nord-Ovest con Fratelli d’Italia, Pietro Fiocchi non si nasconde di fronte alle partite che aspettano il gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei (Ecr) e l’Italia di Giorgia Meloni nei prossimi mesi e anni. “Gli elettori hanno premiato la nostra coerenza”, dice a True-News l’europarlamentare lecchese, “e ora ci sarà da lavorare sodo”, aggiunge.

Onorevole Fiocchi, che fase si prospetta adesso?

“Siamo all’inizio di un lungo percorso. Innanzitutto, va capito come si delineeranno i nuovi equilibri europei. Parliamo di un gioco politico che non riguarda soltanto l’Europarlamento, ma anche dinamiche connesse al Consiglio Europeo. Vero è che dal voto di molti Paesi europei è arrivata un’indicazione chiara, e quello italiano ci premia col terzo gruppo più ampio dell’Europarlamento e il più grande di Ecr”.

Che ruolo giocherà Fdi nel gruppo Ecr?

“Un ruolo centrale da protagonista, come lo ha giocato sinora. Del resto, Giorgia Meloni è la presidente del nostro partito europeo. Penso realisticamente che potendo contare sulla maggioranza relativa nel gruppo sia legittimo ambire alla sua presidenza in aula”.

Come giudica i voti degli altri Paesi europei?

“Mi concentrerei soprattutto sul voto francese che è stata la conferma di un trend inaugurato dal voto olandese di fine 2023, che ha premiato i partiti agrari e la destra critica dell’agenda sull’immigrazione. Si pone l’Europa di…



Source link
di Andrea Muratore
www.true-news.it
2024-06-13 15:32:19 ,

Previous Incendio a Milano, tre morti e tre feriti – Notizie

Leave Your Comment