Miccichè ma che combini? Auto blu per scopi personali e…

Miccichè ma che combini? Auto blu per scopi personali e…

Miccichè ma che combini? Auto blu per scopi personali e…



rewrite this content and keep HTML tags

Perché leggere questo articolo? Gianfranco Micciché, ex presidente dell’Ars, è nei guai. Usava l’auto blu a fini personali. Forse anche per acquistare cocaina. Lui si difende: “Spiegherò tutto”. Nel frattempo è indagato.

Teglia di pasta al forno, veterinario e cocaina. Gianfranco Micciché avrebbe utilizzato l’auto blu come un taxi personale. L’ex presidente dell’Ars, Assemblea Regionale Siciliana, deputato per sei legislature e ministro, decano di Forza Italia nell’Isola è finito nei guai. Dovrà rispondere delle accuse di peculato, truffa aggravata e false attestazioni sulla presenza in servizio.

Le accuse a Micciché

Tra le altre cose, Micciché è accusato di aver siglato oltre 200 ore di lavoro – mai effettuate – dal proprio autista, Maurizio Messina. Anche lui è indagato, per essere risultato in servizio – a spese dei contribuenti – mentre era a giocare al bingo o da alcune amiche, ottenendo così rimborsi per missioni mai effettuate.

Il Gip di Palermo, su indicazione del Procuratore Capo, Maurizio De Lucia, ha disposto per Micciché il divieto di dimora a Cefalù. Le indagini si basano sui dati del Gps, ma anche su intercettazioni di collaboratori e familiari. Avrebbero accertato una gestione arbitraria e del tutto personalistica dell’autovettura.

Auto blu per gatto, lasagne e…cocaina

In almeno 33 episodi tra marzo e novembre 2023 l’auto blu di Miccichè avrebbe fatto la spola tra Palermo e Cefalù. I motivi sono quelli più…



Source link
di Stefano Marrone
www.true-news.it
2024-05-20 15:54:52 ,

Previous Femminicidio di Sofia Stefani, nell’ufficio dei veleni i rapporti tra Gualandi e gli altri vigili erano sempre più tesi

Leave Your Comment