Rapinano l’area di servizio sull’A1 e fuggono a folle velocità nel Napoletano inseguiti dalla polizia

Rapinano l’area di servizio sull’A1 e fuggono a folle velocità nel Napoletano inseguiti dalla polizia

Rapinano l’area di servizio sull’A1 e fuggono a folle velocità nel Napoletano inseguiti dalla polizia

Author: Pierluigi Frattasi
Data : 2023-12-13 21:14:11
Dominio: www.fanpage.it
Leggi la notizia su: Napoli Fanpage
LEGGI TUTTO


Rapina a mano armata al punto ristoro Masseria Est sull’Autostrada. I 4 sono fuggiti per le strade tra Napoli, Casavatore e Casoria: arrestati.

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Entrano nell’Area di Servizio “Masseria Est” sull’Autostrada A1 Napoli-Roma, armati di pistola e con i volti coperti da passamontagna e rapinano il punto di ristoro, portando via soldi, tabacchi e merce. Poi fuggono a bordo di una Fiat 500X scura. Ma incrociano una pattuglia della Polizia Stradale e parte un inseguimento rocambolesco a folle velocità per le strade del Napoletano. Una corsa disperata che prosegue tra Napoli, Casavatore e Casoria, fino a quando l’auto, braccata dalle forze dell’ordine, perde il controllo e si schianta contro un albero. I 4 rapinatori a bordo cercano la fuga a piedi. Ma è troppo tardi. Sono bloccati dai poliziotti e arrestati. Uno di loro è minorenne.

Rapina all’Area di Servizio Masseria Est

La rapina è andata in scena ieri sera nel punto di ristoro dell’area di servizio che si trova nel territorio di competenza del comune di Casoria, in provincia di Napoli. L’inseguimento, iniziato sull’autostrada A1, è proseguito poi per le strade dell’hinterland partenopeo. A bordo della vettura c’erano 4 rapinatori, dei quali 3 ventenni e un minorenne.

Subito dopo la rapina, è scattata la segnalazione alla centrale operativa della Polizia Stradale di Napoli: “Ci sono quattro persone a bordo di un’autovettura Fiat 500X di colore scuro, armate di pistola e travisate da passamontagna”.

Una pattuglia della Stradale intercetta l’auto all’altezza dello svincolo Nola-Villa Literno direzione Roma. A questo punto il conducente, accortosi della presenza del veicolo di servizio, improvvisamente accelera per tentare la fuga. Ne nasce un inseguimento ricambolesco, caratterizzato da manovre pericolose per la circolazione stradale.

Giunti all’altezza dello svincolo di Secondigliano, dopo essersi immessi sulle strade cittadine, uno degli occupanti si è liberato dell’arma utilizzata per compiere la rapina lanciandola dal finestrino posteriore destro.

L’inseguimento in città nelle strade di Casavatore e Casoria

L’inseguimento prosegue per le strade cittadine di Casavatore e Casoria, fino a quando, giunti all’altezza della SS 87 Sannitica, all’incrocio con Via Tenente Formicola, il conducente della Fiat 500X a causa della forte velocità perde il controllo della vettura schiantandosi contro il marciapiede e un albero. I quattro occupanti della Fiat 500X tentano la fuga a piedi, ma vengono bloccati dagli agenti e arrestati.

I quattro giovani, residenti nei comuni del Vesuviano, sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria competente che ha disposto l’accompagnamento del minore al centro di accoglienza per minorenni di Napoli in viale Colli Aminei, mentre, gli altri nella casa circondariale di Poggioreale. La refurtiva rinvenuta, consistente in denaro, tabacchi e merce varia è stata restituita al proprietario.



Leggi la notizia su: Napoli Fanpage

LEGGI TUTTO

Pierluigi Frattasi , 2023-12-13 21:14:11 ,

Previous Procura Milano sequestra Cpr di via Corelli

Leave Your Comment