Salis e Vannacci, il “voto d’opinione” che alle Europee traina Avs e Lega

Salis e Vannacci, il “voto d’opinione” che alle Europee traina Avs e Lega

Salis e Vannacci, il “voto d’opinione” che alle Europee traina Avs e Lega



rewrite this content and keep HTML tags

Alle Europee occhio a Roberto Vannacci e Ilaria Salis. L’ex “generalissimo” della Folgore e la docente detenuta in Ungheria al centro di un presunto caso di malagiustizia possono essere i volani di un buon risultato di Lega e Alleanza Verdi Sinistra. Mentre si avvicina il silenzio elettorale, più di un addetto ai lavori non nasconde che Vannacci e Salis possano portare il Carroccio e i progressisti a centrare il loro obiettivo.

I cacciatori di preferenze di Avs e Lega

Nel caso della Lega si parla di migliorare l’8,8% delle politiche e, soprattutto, restar davanti a Forza Italia, in quello dei rossoverdi di distaccare, il più possibile, la soglia di sbarramento del 4% e puntare a quel 5% che anche Angelo Bonelli ha ritenuto plausibile sorpassare. Due candidature identitarie, fortemente divisive e proprio per questo spendibili nel tutti contro tutti delle Europee sono state le chiavi di volta con cui Matteo Salvini e il duo Bonelli-Frattoianni hanno voluto risollevare le sorti dei propri movimenti politici.

Nella logica dicotomica un Vannacci intento a cacciare il politicamente corretto e una Salis presentata come emblema della minaccia che molti progressisti vedono nelle destre autoritarie attirano giocoforza preferenze. Calamitano l’attenzione. Fagocitano le posizioni dei partiti di riferimento. Fornendo a Lega e Avs la panacea al problema della competizione personalizzata a cui la discesa in campo dei leader ha ridotto le Europee. In un certo senso,…



Source link
di Andrea Muratore
www.true-news.it
2024-06-07 13:51:00 ,

Previous La dura vita di un governo che fa misure elettorali senza avere soldi

Leave Your Comment