Operazione Anticorruzione a Cicciano e Camposano: Arresti e Provvedimenti Legali contro Ex Sindaco e Funzionari Comunali

Operazione Anticorruzione a Cicciano e Camposano: Arresti e Provvedimenti Legali contro Ex Sindaco e Funzionari Comunali

Cicciano e Camposano. Dopo un’approfondita inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Nola, le forze dell’ordine del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno preso misure contro quattro individui accusati di vari reati, tra cui corruzione, concussione e falsificazione di documenti pubblici.

Nel dettaglio, le investigazioni dei finanzieri del Gruppo di Nola avrebbero rivelato un’attività illecita che si svolgeva nelle zone di Cicciano (NA) e Camposano (NA). tra gli indagati un ex sindaco, un funzionario comunale, un professionista e un imprenditore. Avrebbero commesso una serie di reati nel settore delle costruzioni residenziali, tutto per perseguire i loro interessi personali.

Il loro piano sarebbe stato quello di costruire edifici residenziali privati in zone non autorizzate dal piano urbanistico comunale. Per farlo, inizialmente, ottenevano l’approvazione per la realizzazione di uffici, il che facilitava l’ottenimento delle autorizzazioni edilizie necessarie. In seguito, tuttavia, avrebbero abusato di questa approvazione costruendo abitazioni private, violando così le autorizzazioni precedentemente ottenute e cambiando la destinazione d’uso delle aree già edificate.

Inoltre, i soggetti incaricati dei controlli, in quel momento, occupavano posizioni di responsabilità presso i comuni coinvolti, uno come responsabile dell’ufficio tecnico e l’altro come consulente esterno. Questi individui avrebbero accettato promesse da parte dei costruttori di futuri appartamenti di valore, circa 150.000 euro ciascuno.

In un caso specifico, è emerso che il responsabile dell’ufficio tecnico avrebbe esercitato pressioni su un cittadino che non sapeva nulla del meccanismo illecito, al fine di convincerlo a cedere un terreno di sua proprietà che interessava un imprenditore coinvolto in queste pratiche illegali.

Tra gli arrestati ci sarebbe anche il sindaco ad interim del comune di Cicciano, che avrebbe favorito l’ingresso del consulente esterno coinvolto in una commissione tecnica. Quest’ultima era incaricata di emettere pareri favorevoli per la costruzione di villette unifamiliari su terreni sottoposti a vincolo paesaggistico.

Previous Riscaldamento: come richiedere gli incentivi per sostituire la vecchia stufa

Leave Your Comment