Bertinotti, amico tra i nemici. Quella venerazione a destra per il subcomandante rosso- Corriere.it

0


di Tommaso Labate

Meloni lo ha evocato su Atreju. La stima di Berlusconi

Come quando l’attesissimo sequel di un film o di una serie tv arriva quando nessuno dei fan se lo aspetta pi. Poi basta un niente perch tutto ricominci daccapo come se ci si fosse lasciati il giorno prima. Cos per l’antica storia della venerazione del centrodestra per Fausto Bertinotti, il subcomandante rosso della sinistra, antica spina del fianco di tutti quelli che stavano nei partiti che poi hanno dato vita al Pd.

bastato che Giorgia Meloni lo evocasse in contrapposizione alla scelta di Elly Schlein di non accettare l’invito ad Atreju et voil, ecco di fronte alla variopinta platea di osservatori e di addetti ai lavori uno dei rarissimi punti di congiunzione tra il centrodestra degli anni Novanta e la destra del nuovo millennio, tra la leadership berlusconiana e quella meloniana, tra la Lega di Umberto Bossi e quella di Matteo Salvini: divisi su tanto, forse troppo, sul patrimonio comune di valori, sulle amicizie internazionali, persino sull’Unione europea o l’euro, sull’America o sulla Russia; unitissimi, ieri come oggi, nel considerare Bertinotti come il miglior amico tra i nemici. Bertinotti non temeva il dialogo, ha sottolineato la presidente del Consiglio, come a voler accostare il coraggio del subcomandante Fausto a misurarsi nell’arena dei leoni alla presunta tendenza di Schlein a darsela a gambe. Esercizio antico quanto la legge sulla par condicio, la necessit del…


Author: Tommaso Labate
Data : 2023-11-19 07:39:32
Dominio: www.corriere.it
Leggi la notizia su: Corriere.it – Politica
LEGGI TUTTO

Leave A Reply