Diego Maradona: cybercriminali attaccano la pagina Facebook del campione

Diego Maradona: cybercriminali attaccano la pagina Facebook del campione


Anche lo storico campione Diego Armando Maradona cade vittima dell’attacco di cybercriminali. Questa mattina, infatti, la pagina Facebok del Pibe de oro ha cominciato a pubblicare foto e contenuti alquanto anomali, che hanno destato non poca preoccupazione nei follower di tutto il mondo. Anzitutto, l’immagine del profilo della pagina è stata sostituita dalla foto di un Pelé sorridente, accompagnata dalla didascalia “Il mio grande idolo”. Una beffa incredibile, considerando che i due campioni sono sempre stati grandi rivali. Ma non è soltanto questo ad aver preoccupato i fan del calciatore argentino.

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Nel corso della mattina la pagina si è popolata di messaggi macabri, tra cui qualcuno che fa riferimento alla morte del campione argentino, avvenuta lo scorso novembre 2020. “Lo sanno che ho finto la mia morte, vero?”, scrivono i cybercriminali dalla pagina Facebook di Diego Maradona, nella speranza di creare scompiglio tra i fan. E nonostante buona parte di questi siano stati cancellati dalla piattaforma, il profilo del campione risulta ancora popolato di foto, post e messaggi assolutamente privi di senso. Dagli insulti a Cristiano Ronaldo agli apprezzamenti rivolti al presidente messicano Andrés Manuel López Obrador, dai riferimenti alla droga – “Non c’è coca qui in paradiso, solo Pepsi” – alle recensioni positive di One Piece, la pagina Facebook di Maradona è oramai un caos vero e proprio. Segno evidente che i cybercriminali sono riusciti a prenderne il completo possesso.

E se da un lato la situazione risulta quasi divertente, dall’altro è abbastanza chiaro che i criminali informatici non stiano facendo altro che infangare la memoria di uno dei più grandi campioni di sempre. “Siamo spiacenti di informarvi che l’account ufficiale di Diego Maradona su Facebook ha subito un attacco informatico”, scrive la famiglia del calciatore su Instagram, così da rassicurare i fan nella speranza che presto possano tornare in possesso della pagina da oltre 12 milioni di follower. Eppure, qualche ora fa un nuovo messaggio è apparso sul profilo, creando ulteriore confusione attorno alla questione. L’autore del post, infatti, afferma di essere stato aggiunto alla gestione della pagina da parte di “un account russo (o almeno credo, non so russo, lol)”, ma senza sapere davvero nulla della questione. Un’affermazione che costringe tutti a porsi una domanda: perché mai i russi dovrebbero attaccare l’account del Pibe de oro?





Leggi tutto su www.wired.it
di Chiara Crescenzi www.wired.it 2023-05-24 14:21:53 ,

Previous Brighton-Manchester City, le probabili formazioni

Leave Your Comment