Giorno Memoria: tema choc a Napoli,sono decessi tutti bruciati – Campania

0

https://www.ansa.it/sito/img/ico/ansa-700×366-precomposed.png


Esplode la polemica. Lettera dirigente. Martusciello,va bocciato


(ANSA) – NAPOLI, 27 GEN – Sta suscitando polemiche il tema di
un ragazzo di una scuola di Ponticelli a Napoli, l’Isis
Archimede, sul Giorno della Memoria. L’argomento – come
riferisce la Repubblica Napoli, che pubblica la foto – è stato
liquidato dal giovane, di quasi 18 anni, con un rigo solo: ‘so’
tutt muort abbruciat’ (sono tutti decessi bruciati, ndr).
   
Quando la professoressa di Italiano ha letto il commento del
giovane, lo ha mostrato alla preside che si è rivolta con una
lettera ai docenti della scuola. “Dobbiamo trovare – ha spiegato
la dirigente, Mariarosaria Stanziano – le parole per evitare che
quella ignobile frase, graffiata su un foglio bianco, passi
inosservata. Abbiamo da educatori il dovere di accogliere e
rilanciare”.
   
Purtroppo, rileva la dirigente, le giovani generazioni
“sempre più spesso si mostrano incapaci di raccogliere emozioni,
di entrare in sintonia con i drammi dell’altro, di mostrare
empatia. E’ una vera patologia – dice – l’alexitimia, ma se ne
parla poco”. Nella lettera ci si chiede: “quel ragazzo ha voluto
fare lo splendido? O l’irriverente? O ancora l’ironico
barzellettiere? ha voluto lanciare una aperta sfida alla scuola,
all’autorità dei docenti, mostrandosi disincantato e
irrispettoso?”.
   
L’interrogativo è se “ha inteso interpretare per iscritto le
mille battute caustiche e imperdonabili che rimandano ai forni
crematori, alle saponette, al gas letale…; oppure ha usato
formule verbali aggressive pari a quei violenti cori da stadio
che inneggiano al Vesuvio?”.
   
“Possibile – si chiede l’europarlamentare Fulvio
Martusciello, coordinatore regionale di Forza Italia in Campania
– che nessuno provi indignazione di fronte al tema dell’alunno
del liceo Archimede di Ponticelli sul giorno della memoria? Il
ragazzo andrebbe bocciato senza indugi”. “È incredibile –
aggiunge Martusciello – che nessun consigliere comunale
proferisca parola su quanto accaduto. Il sindaco ha forse perso
la voce? Chiediamo provvedimenti esemplari. Quel tema –
conclude l’esponente forzista – è una vergogna nazionale che ci
fa rabbrividire”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA