I migliori battimaterasso per liberarti di acari e polvere nel letto

0


(Ultimo aggiornamento: novembre 2023)

Sembrano comuni aspirabriciole, ma in realtà mettono il letto al riparo da polvere, allergeni e acari: i migliori battimaterasso in vendita negli ultimi anni sono prodotti evoluti, che nascondono una tecnologia avanzata in grado di igienizzare e sanificare le superfici del letto per eliminare in alcuni casi anche i batteri. Adatti a tutti e a tutte le tipologie di materasso – lattice e memory foam inclusi – i battimaterasso proteggono i soggetti allergici da vari fattori scatenanti, assicurano un sonno più riposante e allungano la vita dei materassi stessi su cui esercitano la loro potenza aspirante e igienizzante. Questi piccoli elettrodomestici, infatti, sanificano senza inumidire la superficie del letto in modo da prevenire una sensazione sgradevole nelle prime notti successive al trattamento, ma anche di scatenare un effetto controproducende a causa di un ambiente umido e favorevole alla proliferazione di germi, muffe e batteri. Dato il costo abbordabile sono accessibili a tutti: ecco come scegliere i più efficaci.

Come scegliere il battimaterasso

Pulire con costanza il proprio materasso non solo migliorare la qualità del sonno, ma anche allungarne la vita del materasso stesso; farlo con il giusto strumento velocizza la pulizia e garantisce la necessaria igiene nell’ambiente domestico in cui trascorriamo più ore in assoluto. Per andare sul sicuro nella scelta dei migliori battimaterasso bisogna però conoscere gli elementi che differenziano i vari modelli.

  • Potenza di aspirazione: parametro determinante per farsi un’idea sulle prestazioni del dispositivo e quindi sulla capacità di eliminare acari e batteri. Un buon punto di partenza è un motore da 400w-500w.
  • Peso e maneggevolezza: perché un oggetto da impugnare per diversi minuti deve essere leggero (almeno sotto i 2 kg) e comodo da maneggiare per direzionarlo senza sforzi. Meglio ancora se dotato di impugnatura antiscivolo che facilita la presa e migliora la stabilità.
  • Spazzola con setole morbide: è l’accessorio principale per pulire in profondità (quindi bisogna guardare il numero di rotazioni al minuto, con valori più alti sinonimo di maggiore efficacia), senza ovviamente intaccare i tessuti.
  • Alimentazione e autonomia: un buon numero di battimaterasso è dotato di cavo, con una lunghezza media di 4-5 metri, anche se i modelli più quotati e recenti hanno tagliato i fili per affidarsi a batterie al litio con un’autonomia che va da 1 a 2,5 ore. Ricordando sempre che l’effettiva durata dipende dal livello di velocità impostato: più si va veloci, più si riduce l’autonomia.
  • La capienza del serbatoio: il battimaterasso è più compatto e si usa meno dell’aspirapolvere, quindi pure le misure del contenitore in cui si raccoglie lo sporco è minore. Un volume di 0,3 litri è sufficiente per non doverlo svuotare in maniera frequente. L’importante è che lo svuotamento sia semplice e rapido.
  • Tra gli extra più richiesti c’è la presenza di una lampada uv per sterilizzare le superfici e sistemi di microvibrazione che “battono” effettivamente il materasso favorendo l’emergere in superficie della polvere per la cattura finale.

Come li abbiamo scelti noi

Non sostituibili con la spazzola per materassi di cui sono dotate alcune scope elettriche (e che non è in grado di agire con la stessa precisione) i battimaterasso selezionati per questa gallery coniugano potenza e affidabiltà in varie fasce di prezzo all’interno delle quali è possibile muoversi con scelte efficaci con una spesa che si aggira sui 120-150 euro, ma non è da escludere di poter trovare il battimaterasso che incontra le proprie esigenze con una spesa molto più contenuta che supera di poco i 50 euro. In tutti i modelli in gallery convive una buona presenza di caratteristiche chiave adeguate alle aspettative che vanno dalla buona potenza a extra interessanti come la lampada a uv per sterilizzare. Per chi poi ci ha preso la mano e vuole passare al setaccio anche il resto della casa a caccia di sporco e allergeni, abbiamo raccolto le migliori scope elettriche e i modelli più abbordabili, ma anche le scope a vapore più gettonate e i pulitori a vapore portatili per igienizzare senza fatica ogni angolo della casa.




Leggi tutto su www.wired.it
di Gaia Masiero, Alessio Caprodossi www.wired.it 2023-11-05 05:00:00 ,

Leave A Reply