il piano segreto di Berlino

il piano segreto di Berlino

il piano segreto di Berlino



Un attacco della Russia alla Nato nella fase 2 della guerra. E’ lo scenario che la Germania non scarta e, anzi, illustra in un documento segreto diffuso dalla Bild. Mentre l’Ucraina punta ad un vertice al più alto livello sul suo piano di pace, con il presidente Volodymyr Zelensky in queste ore a Davos, il presidente russo Vladimir Putin potrebbe muoversi nella direzione opposta, con una escalation pianificata a cui si fa riferimento in un piano di risposta delle forze armate messo a punto dal ministero della Difesa tedesco. Nel documento, viene contemplata l’ipotesi di un attacco ibrido che Mosca potrebbe preparare un attacco ibrido alla Nato.

Nel file riservato, il ministero della Difesa tedesco delinea in dettaglio la potenziale “Via al conflitto” tra la Russia e l’alleanza di difesa occidentale. Mese dopo mese, vengono descritte sia le azioni russe sia quelle occidentali. Tra le altre cose, la Bundeswehr – che raggruppa le forze armate della repubblica federale tedesca – prevede la mobilitazione di centinaia di migliaia di soldati della Nato.

L’escalation

La Russia vuole richiamare altri 200mila uomini per sferrare una nuova offensiva contro l’Ucraina a partire dalla primavera. Nei mesi estivi, Mosca inizierebbe poi – secondo questi scenari – attacchi sempre più aperti contro l’Occidente, a partire da seri attacchi informatici.

L’inizio della manovra su larga scala con 50mila soldati nella Russia occidentale e in Bielorussia è previsto per settembre. Alla fine dell’anno, ci sarebbe un’invasione russa delle aree dell’Ucraina orientale, dopodiché la Nato dovrebbe schierare circa 300mila soldati sul fianco orientale dell’Ucraina.

Il ministero della Difesa di Berlino si è rifiutato di rilasciare commenti. “Fondamentalmente, posso dirvi che la valutazione di diversi scenari – anche estremamente improbabili – fa parte dell’attività militare quotidiana, soprattutto nell’addestramento”, ha dichiarato un portavoce alla Bild.

La scorsa settimana, esperti di sicurezza svedesi avevano avvertito del pericolo di una guerra con la Russia. “Molti l’hanno detto prima di me, ma lasciatemelo dire in virtù del mio incarico: potrebbe esserci una guerra in Svezia”, ha detto Carl-Oskar Bohlin, ministro svedese della Protezione civile. “Tutti devono prepararsi allo scenario peggiore, come una guerra con la Russia, prima che sia troppo tardi”, ha aggiunto.

La risposta di Mosca

Il Cremlino afferma di non voler commentare l’articolo della Bild secondo cui la Germania valuta lo scenario di un possibile conflitto tra Russia e Nato. “Non commenterò su questa notizia della Bild”, ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, in dichiarazioni riportate dall’agenzia russa Tass. “Di recente – ha anche accusato – questo giornale si è spesso abbassato a pubblicare diverse fake news e fandonie”. La questione è stata liquidata in poche parole, riportate dalla stessa Tass, dal ministero degli Esteri di Mosca. Per la portavoce Maria Zakharova, è “l’oroscopo dell’anno passato”.

Leggi anche



Source link
di [email protected] (Web Info)
www.adnkronos.com
2024-01-15 12:51:33 ,

Previous OpenAI concede l’uso di ChatGpt per scopi militari

Leave Your Comment