il telefono intestato al padre, no al sequestro

0


È uno degli sviluppi investigativi dell’inchiesta coordinata dal pm Rosaria Stagnaro e dall’aggiunto Letizia Mannella, che sentiranno altre persone, sempre in relazione alla festa nel locale durante la quale la ragazza avrebbe perso il controllo di sé dopo aver consumato un drink che, secondo quanto le ha raccontato un’amica, le avrebbe offerto il figlio del presidente del Senato

Le audizioni delle persone informate sui fatti proseguiranno con i soci del club e gli invitati presenti quella notte, alla ricerca di elementi che possano confermare o smentire il racconto dell’amica. Poche aspirazioni, invece, ci sono per trovare nelle telecamere di sorveglianza (interne ed esterne) le immagini della serata, che di solito restano memorizzate per non  più di 24 ore. 

La Squadra mobile ha acquisito le copie dei telefonini della presunta vittima e di tre sue amiche citate nella querela deposita il 29 giugno scorso, circa 40 giorni dopo l’incontro con La Russa. 

Infine è stato confermato che non è stato possibile acquisire il telefonino del ragazzo 19enne, con scheda intestata allo studio legale del padre, per questioni giuridiche. La Procura sta valutando la possibilità di chiedere alla Giunta per l’autorizzazione a procedere del Senato per il sequestro del cellulare

Ma va detto che nel telefonino non dovrebbero risultare conversazioni con la ragazza, di cui Leonardo Apache non aveva il numero e a cui, il giorno dopo la presunta violenza, ha scritto via Instagram. Ma lei non gli ha risposto per paura. 



Source link
di
milano.corriere.it
2023-07-14 13:06:00 ,

Leave A Reply