la denuncia delle molestie nel giornalismo

0


Perché questo articolo ti dovrebbe interessare? La stampa è dei maschi. È questo il claim di Espulse, il collettivo italiano che denuncia le molestie nel campion del giornalismo. Com’è nato? E cosa sta scoprendo? Lo abbiamo chiesto alle sue fondatrici.

La stampa è dei maschi. Con questo motto ha esordito il collettivo Espulse. Il suo obiettivo è indagare il problema delle molestie sessuali e degli abusi di potere nel mondo del giornalismo italiano. Secondo un’indagine del 2019 della Federazione Nazionale Stampa Italiana, l’85% delle giornaliste ha subito molestie sessuali almeno una volta nel corso della sua vita professionale.

Le inventrice di Espulse – Stefania Prandi, Irene Doda, Alessia Bisini, Roberta Cavaglià e Francesca Candioli – hanno deciso di affrontare, in Italia, il sessismo sistemico e la violenza nel mondo del giornalismo. Abbiamo chiesto loro come è nato il progetto, quali obiettivi si propone e che feedback hanno ricevuto dai colleghi.

Com’è nato Espulse?

L’evento scatenante è stato il #MeToo della pubblicità e la conseguente nascita del collettivo RE:B. Sui giornali è stata data grande attenzione a questo fenomeno, ma nessun giornalista o testata ha voluto fare un passo oltre e riconoscere che lo stesso problema esiste nel mondo del giornalismo italiano. Così, quel passo abbiamo deciso di farlo noi, cinque giornaliste freelance: Stefania Prandi, Irene Doda, Alessia Bisini, Roberta Cavaglià e Francesca Candioli. 

Il nostro…


Author: Elisa Belotti
Data : 2023-12-16 12:30:03
Dominio: www.true-news.it
Leggi la notizia su: Politics – True News.
LEGGI TUTTO

Leave A Reply