La lezione di Ratzinger per il Natale nel mondo in guerra

La lezione di Ratzinger per il Natale nel mondo in guerra


Il Natale arriva in un mondo colpito da guerre, crisi globali, tensioni. Dopo le due volte del Natale nel mondo “virato” sotto scacco per il Covid, il 2022 e il 2023 hanno portato il Natale a essere associato al mondo in guerra. Tanto più che oggi il Natale arriva in un contesto che vede addirittura la città della Natività, Betlemme, silenziosa e angosciata in un Medio Oriente assediato dal conflitto.

La lezione di Ratzinger per il Natale nel mondo in guerra

Il Natale e il “ritorno del Sole”

Quali sentimenti hanno definito questi ultimi anni? Paura, ansia e incertezza. Uno slancio affannato per guardare al mondo oltre i vincoli dell’era presente. La paura, le ansie e l’incertezza del domani sono state compagne dell’uomo nella storia, e in un certo senso la diffusione globale della religione cristiana è passata anche per il messaggio dirompente che si sostanzia nel Natale. Bene lo ha spiegato il defunto Papa Benedetto XVI nel 1960 nel suo scritto “Il Sole a Natale”, riportato ne  La paura e la speranza, nell’ultimo volume dell’Opera omnia Gesù di Nazaret – Scritti di cristologia (Libreria Editrice Vaticana).

Joseph Ratzinger, allora giovane e affermato teologo 33enne dell’Università di Bonn a definire l’equiparazione tra il Natale e la speranza era innanzitutto la sua identificazione simbolica come passaggio dall’era delle tenebre all’era della luce. Il Natale cristiano sostituì nella devozione popolare il Solstizio d’Inverno, per molti popoli europei (e non solo)…


Author: Andrea Muratore
Data : 2023-12-25 06:58:21
Dominio: www.true-news.it
Leggi la notizia su: Politics – True News.
LEGGI TUTTO

Previous Tragedia sulla strada a Taranto: morti una 22enne e un 25enne, uno dei feriti è in codice rosso

Leave Your Comment