«Mi vogliono buttare giù. Misogini convinti che una donna non regga alle pressioni»- Corriere.it

0


di Franco Stefanoni

La premier nel libro di Vespa: «Non mi sento sotto assedio. Su di me inventano virgolettati mai detti né pensati. Rimpasti? Mai. E io arriverò a fine legislatura»

«Io non sento affatto la dimensione dell’assedio. È il racconto che si fa di me. So che ci sono nemici disposti a fare qualunque cosa pur di buttarmi giù. Ma non mi spaventano. Come ho detto all’inizio del mio mandato, non sono ricattabile. Ma capisco che per alcuni gruppi di potere che hanno controllato a lungo l’Italia questo sia un problema». Così Giorgia Meloni a Bruno Vespa per il libro Il rancore e la speranza in uscita l’8 novembre con Mondadori/Rai Libri. La premier, nel volume, reagisce a quelli che giudica attacchi «legittimi ma inaccettabili» per il metodo. Come più volte dichiarato in questi mesi, Meloni si dice convinta di essere vittima di tentativi e macchinazioni per screditarla. Ma non per questo intimorita.

«Quello che mi stupisce è la totale invenzione di liti con i miei alleati di governo», ha proseguito la presidente del Consiglio, «ho letto miei virgolettati in cui insulto Salvini che non solo non sono stati mai pronunciati, ma nemmeno pensati. Quando leggo pezzi di rassegna stampa con Matteo e con Antonio Tajani, restiamo basiti. Capisco che alcuni giornali vogliono mandarci a casa: legittimo, ci mancherebbe. Quello che non è accettabile ed è estraneo a qualunque deontologia è mettere tra virgolette cose mai dette né pensate. Sa qual…


Author: Franco Stefanoni
Data : 2023-11-04 11:58:51
Dominio: www.corriere.it
Leggi la notizia su: Corriere.it – Politica
LEGGI TUTTO

Leave A Reply