Musk e il chip nel cervello, Calenda evoca Salvini. Ma i follower: «Non fa ridere»- Corriere.it

0


Dopo l’annuncio dell’imprenditore americano per trovare volontari disposti a farsi innestare la tecnologia Neuralink, il leader di Azione cita il ministro dell’Interno e spacca i propri seguaci

Un tweet sibillino. Una citazione con, allegato, un articolo del Corriere. Qualcuno, anzi più di qualcuno ci ha letto un sarcasmo. Ma, sempre che quella fosse l’intenzione, non tutti hanno apprezzato. È la sintesi di quanto avvenuto dopo il tweet pubblicato da Carlo Calenda a metà giornata giovedì 21 settembre. Rilanciando l’articolo pubblicato sul

Corriere della Sera,
sulla ricerca di volontari per l’impianto di un chip nel cervello da parte Neuralink taggando proprio il vicepremier.

Un post, volutamente non accompagnato da commenti o ammiccamenti, che però ha fatto discutere chi ha letto un intento sarcastico ai danni del leader leghista. «Per una persona che parla di Sanità deridere il vicepremier banalizzando un’innovazione che potrebbe cambiare la storia della medicina è un bell’autogol», si legge in una delle repliche. C’è chi sentenzia: «Penosa caduta di stile, caro Calenda». E ancora, chi ricorda: «Sei un senatore, non ci si può sempre livellare verso il basso».

La newsletter Diario Politico

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di politica iscriviti alla newsletter “Diario Politico”. E’ dedicata agli abbonati al Corriere della Sera e arriva due volte alla settimana alle 12. Basta cliccare qui.