nubifragio e temperature miti, il gelo alla Befana

0

Author: Giuseppe Cozzolino
Data : 2023-12-29 19:00:02
Dominio: www.fanpage.it
Leggi la notizia su: Napoli Fanpage
LEGGI TUTTO


Intervista a Adriano Mazzarella

Meteorologo e Fisico, già professore di Climatologia presso l’Università Federico II di Napoli.

Il professor Adriano Mazzarella

Il professor Adriano Mazzarella

Un Capodanno di nubifragio, poi un clima mite fino alla Befana, quando invece arriverà il terribile Buran, il vento gelido che dalle steppe russe calerà sul Mediterraneo e arriverà a soffiare anche sulla Campania, portando al brusco calo delle temperature in tutta la regione. A tracciare il quadro meteorologico a Fanpage.it è il professor Adriano Mazzarella, Meteorologo e Fisico, già professore di Climatologia presso l’Università Federico II di Napoli.

Professore, si chiude il 2023 con un dicembre mite..

Sì, anche se le temperature non sono state più alte di quelle dello scorso anno. Anzi, la media delle temperature massime di dicembre 2022 era stata più alta di un grado e mezzo rispetto alla media di quest’anno: 15.8 contro 17.3 gradi, con il picco di 20.4 gradi di valori raggiunti proprio il 1° dicembre. Le temperature miti resteranno anche in questi giorni che accompagnano l’arrivo della notte di San Silvestro, ma al contempo ci sarà anche un aumento della nuvolosità.

Cosa ci aspetta dunque per Capodanno?

Dovremo fare i conti con probabili piogge nella giornata del 1° dicembre, anche se le temperature come detto resteranno miti. Questo è dovuto alla grande stratificazione della nuvolosità, che in questi giorni prosegue a pieno ritmo. Sarà insomma un inizio 2024 nel quale bisognerà girare con l’ombrello. Tuttavia, grazie al vento di libeccio le temperature miti faranno sì che tutto sommato saranno giornate tutto sommato gradevoli.

In vista dell’Epifania, invece?

Entro il 6 gennaio inizierà un profondo cambiamento meteorologico: arriverà infatti il freddo vento di Buran dalla Russia, che si abbatterà sulla Campania e porterà un calo repentino delle temperature. Questo vento, che arriva dai Monti Urali, in genere soffia verso est e dunque la Cina, ma sempre più spesso sta iniziando a soffiare anche in direzione dell’Europa, incuneandosi anche verso l’Italia. E non sarà difficile dunque immaginare anche la neve sul Vesuvio nei giorni successivi all’Epifania.



Leggi la notizia su: Napoli Fanpage

LEGGI TUTTO

Giuseppe Cozzolino , 2023-12-29 19:00:02 ,

Leave A Reply