Nuorese, assassinato con tre colpi di pistola in pieno centro: muore 47enne con precedenti

0



E’ stato freddato con tre colpi di pistola in pieno centro a Orune, nel Nuorese, Luca Goddi, allevatore di 47 anni. L’uomo si trovava sotto il palco in Corso Vittorio Emanuele dove si stava svolgendo la festa del paese. Secondo quanto appreso dalle prime ricostruzioni dei Carabinieri, la vittima aveva già avuto dei guai con la giustizia. Era stato arrestato nel 2009 con altre cinque persone, con accuse che vanno dalla rapina a furgoni portavalori avvenute in Toscana, ai furti, ricettazione, detenzione di armi.

Arrestato nel 2009

Molti anni prima, nel 1997, quando aveva ancora 21 anni, era stato condannato a cinque anni di reclusione per una rapina all’ufficio di corrispondenza del Banco di Sardegna di Monti, in Gallura. Il bottino del colpo fu di 60 milioni di lire. Luca Goddi, che da qualche tempo viveva sulla costa del Nuorese, a Budoni, lascia un figlio.

Sul posto è intervenuto il medico di base di Orune e l’ambulanza del 118. I soccorritori hanno provato a lungo a rianimare l’uomo ma non c’è stato nulla da fare. I carabinieri di Bitti e del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Nuoro stanno cercando di ricostruire con precisione la dinamica del delitto e capire se possano esserci testimoni che hanno assistito. Già in atto la ricerca del responsabile, oltre a capire se dietro il delitto ci sia stato un nucleo di fuoco. La zona è stata transennata per consentire i rilievi del caso. 



LEGGI TUTTO

[email protected] (Redazione Repubblica.it) , 2023-08-04 19:40:28 ,www.repubblica.it

Leave A Reply