Oppenheimer, in quali altri ruoli avete visto il protagonista Cillian Murphy

0


Esce finalmente il 23 agosto anche in Italia, Oppenheimer, uno dei titoli più attesi e chiacchierati dell’estate. Il film di Christopher Nolan, dedicato al principale responsabile nella realizzazione della bomba atomica, J. Robert Oppenheimer, è nelle sale internazionali già da settimane, dove ha avuto modo di raccogliere oltre 720 milioni di dollari in tutto il mondo e anche critiche molto positive. Uno degli aspetti più lodati della pellicola è sicuramente il suo protagonista, il magnetico e struggente Cillian Murphy. Proprio grazie a questo film, l’attore irlandese ha finalmente la sua grande occasione d’oro, proiettato com’è verso la stagione degli awards hollywoodiani, nonostante la sua carriera fosse già da tempo costellata da parti notevoli in produzioni altrettanto prestigiose. Anche se forse mai in maniera così centrale, infatti, è probabile che abbiate visto i suoi occhi così ipnotici in tante altre occasioni sullo schermo.

Nato il 25 maggio 1976 a Cork, in Islanda, si è avvicinato alla recitazione fin dalla scuola media, dividendo la sua giovinezza tra i concerti con la sua band e i palchi teatrali. Dopo alcuni ruoli televisivi, la prima consacrazione avviene nel 2002 con il film horror di Danny Boyle 28 giorni dopo, nei panni del protagonista Jim, solitario sopravvissuto a un cataclisma globale. Seguono ruoli minori in film come Intermission, Cold Mountain e La ragazza con l’orecchino di perla, fino a quando nel 2005 non viene notato dallo stesso Christopher Nolan: anche se inizialmente aveva participato – senza molta convinzione, come da lui ammesso – al casting per il ruolo di Bruce Wayne, l’interpretazione di Murphy colpisce così tanto il regista che viene scelto per il ruolo dello Spaventapasseri in Batman Begins. Nello stesso anno è un maniaco persecutore nel thriller di Wes Craven Red Eye e una sognante donna transgender in Breakfast on Pluto.

Seguono anni di lavoro molto intenso, dove ha occasione di essere diretto da registi come Ken Loach (Il vento che accarezza l’erba, 2006), Danny Boyle (Sunshine, 2007), e ancora Nolan che lo richiama in film come Il cavaliere oscuro, Inception e Il cavaliere oscuro: il ritorno. Nel frattempo Cillian Murphy accetta dal 2013 il ruolo del protagonista Thomas Shelby in Peaky Blinders, serie di Steven Knight su una famiglia criminale irlandese che nelle sue sei stagioni ha raccolto critiche entusiastiche e un pubblico fedelissimo oltre a cementare la sua carriera e la sua riconoscibilità. Nel 2015 recita in Heart of the Sea di Ron Howard e poi nel 2017 è ancora su un set di Nolan con Dunkirk. Tra i suoi titoli più recenti troviamo poi The Party di Sally Porter, Anna di Luc Besson oltre al sequel A Quiet Place II di John Krasinski. Ora con Oppenheimer per Murphy sembra arrivato finalmente il momento di concludere quella che sembra essere stata un’infinita seppur pregiatissima gavetta ed entrare di diritto nell’olimpo delle grandi star di Hollywood.



Leggi tutto su www.wired.it
di Paolo Armelli www.wired.it 2023-08-23 10:03:28 ,

Leave A Reply