perché la festa il 4 novembre- Corriere.it

0


di Franco Stefanoni

Le motivazioni decisive risalenti alla Prima guerra mondiale, la richiesta di Mattarella, l’iter parlamentare per la formale istituzione della giornata

La Giornata dell’unit nazionale e delle Forze armate celebra la fine della Prima guerra mondiale con l’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti (firmato il 3 novembre 1918), con il quale venne sancita la resa dell’Impero austro-ungarico all’Italia, cosa che permise al nostro Paese l’annessione di Trento e Trieste, portando a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del Milite ignoto, nel Sacello dell’Altare della patria a Roma. Con il Regio decreto 1.354 del 23 ottobre 1922, il 4 novembre fu dichiarato Festa nazionale.

Ogni anno, in occasione delle celebrazioni, il presidente della Repubblica rende omaggio al Milite ignoto con la deposizione a di una corona di alloro all’Altare della Patria al Vittoriano. Inoltre alte cariche dello Stato si recano in visita ai luoghi legati alla Prima guerra mondiale. Durante la giornata bandiera italiana e bandiera europea vengono esposte sugli edifici sede di uffici pubblici e istituzioni. Per il 4 novembre 2023 il ministero della Cultura ha stabilito l’apertura gratuita dei musei e dei parchi archeologici statali.

Mattarella, nel 2022, ha indicato la necessit di formalizzare la…


Author: Franco Stefanoni
Data : 2023-11-04 09:21:09
Dominio: www.corriere.it
Leggi la notizia su: Corriere.it – Politica
LEGGI TUTTO

Leave A Reply