Previsioni meteo, allerta in 7 regioni. Piove nelle Marche: Misa e Nevola sotto controllo

0



Domenica di temporale e allerta meteo in sette regioni. Sorvegliate speciali le Marche, dove è caduta nella notte molta temporale, a tratti anche intensa, ma che non ha creato criticità idrogeologiche o altre problematiche su fiumi e torrenti. Nel Senigalliese (Ancona) e nel Pesarese, zone colpite dall’alluvione del 15 settembre scorso che ha causato devastazione, 12 decessi e una dispersa, era particolarmente alta l’attenzione anche in virtù dell’allerta gialla scattata per temporali e vento fino a tutta la giornata di oggi. Stamattina si sono anche aperti, regolarmente, i seggi per le elezioni politiche compresi quelli speciali con moduli per le zone alluvionate tra cui uno a Pianello di Ostra vicino al campo sportivo.

Finora, tra ieri e oggi, non ci sono stati particolari fenomeni temporaleschi, raffiche di vento o grandine: la situazione è rimasta regolare. Le precipitazioni hanno fatto salire le acque il Misa e del Nevola, ma a un livello ancora nella norma, e senza che vi siano state situazioni di emergenza o tali da richiedere interventi di vigili del fuoco o di altri soccorritori. In ogni caso, tre squadre hanno monitorato Misa e Nevola tutta la notte, con i sub pronti a intervenire. Ieri il Comune aveva suggerito, precauzionalmente, ai cittadini di “evitare i locali seminterrati e piano strada e di trascorrere la notte tra sabato e domenica ai piani alti, muovendosi solo per effettive e improrogabili necessità” In questo contesto, seppure con la temporale, Proseguono le ricerche dell’unica persona rimasta dispersa durante l’ondata di piena, nello specifico del Nevola: Brunella Chiù, 56 anni, di Barbara (Ancona) travolta dalla furia delle acque mentre lasciava abitazione, con due auto, insieme al figlio Simone, 23 anni, sopravvissuto, e alla figlia Noemi, 17 anni, che invece è morta.

Collegamenti difficili per Ischia e Procida

Le difficili condizioni meteorologiche che imperversano sulla Campania, dove è scattata alle 6 l’allerta meteo arancione, stanno provocando il progressivo blocco dei collegamenti marittimi per le isole di Ischia e Procida. Risultano attualmente sospese per entrambe le isole tutte le corse operate dai mezzi veloci, dai porti di Molo Beverello e Pozzuoli, mentre procedono a singhiozzo quelle delle navi traghetto da e per il porto flegreo e Napoli Porta di Massa. Grosse difficoltà sopratutto per quanti devono ripartire dalle due isole, in particolare turisti che rischiano anche di perdere le coincidenze con treni ed aerei, così come vengono segnalati disagi per i residenti che avevano programmato di tornare a Procida o Ischia per le votazioni. I pochi traghetti in partenza sono pieni e, soprattutto a Procida, le compagnie non forniscono al momento notizie certe sulla regolarità del servizio per il resto della giornata. Si fermano anche i treni della linea ferroviaria Circumflegrea tra le stazioni di Licola e Quarto, in provincia di Napoli.

Toscana: auto intrappolate nel fango, persone salvate

Salvate dai pompieri in Toscana persone in auto intrappolate dal fango per l’esondazioni di torrenti minori nel Senese. E’ successo la notte scorsa a Montaperti (Siena), direzione Podere Boscarelli, durante l’ondata di maltempo che ha colpito la regione. Due vetture sono state investite dalla piena mentre percorrevano strade secondarie. Una donna è riuscita a uscire dalla macchina e a raggiungere un luogo sicuro in maniera autonoma, ma per una seconda vettura bloccata nel fango invece gli occupanti sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco speleo-fluviali. Sempre nel Senese altri interventi dei pompieri ci sono stati per danni d’acqua nei pressi di Colle Val d’Elsa e Poggibonsi. Uno ha riguardato la rimozione di una grande pianta sull’Autopalio Siena-Firenze all’altezza dell’uscita di Colle Sud, dove è stato istituito dalla Polstrada il restringimento di carreggiata. Altri due interventi analoghi ci sono stati sempre lungo l’Autopalio nei pressi dell’uscita Badesse e all’altezza di Siena Nord.

Danni nel casertano

Anche su Caserta e provincia nelle prime ore del mattino un acquazzone ha creato disagi e danni. Allagate molte strade. La Prefettura di Caserta ha già attivato il centro Coordinamento Soccorsi, al quale stanno partecipando i referenti del Genio civile e la Sala operativa regionale. Il Comune di Caserta, con un messaggio pubblicato sul sito ufficiale e sulla pagina Facebook dell’ente, consiglia ai cittadini di “evitare spostamenti non necessari, ferma restando la necessità di esercitare il diritto al voto”. Il nubifragio ha causato anche la chiusura  temporanea di un tratto della statale 700 ‘Della Reggia di Caserta’, che costeggia il monumeto vanvitelliano, dal km 8,700 al km 10,500, per un allagamento all’interno della galleria. Le deviazioni vengono segnalate in loco. Oltre che nel capoluogo di Terra di lavoro, allagamenti di strade e sottopassi a Carinaro, Capua, Pignataro, lungo il litorale Domitio, Grazzanise, Casal di Principe, Cesa e Curti. I valori di temporale registrati vanno da 80 mm (provincia di Caserta) a 60 mm (Caserta città) nelle ultime 3 ore.

 

 

 



LEGGI TUTTO

[email protected] (Redazione Repubblica.it) , 2022-09-25 11:21:28 ,www.repubblica.it

Leave A Reply