Russia, almeno 13 gli esponenti dell’establishment decessi in modo misterioso

Russia, almeno 13 gli esponenti dell’establishment decessi in modo misterioso



Sono almeno 13 gli esponenti del mondo degli affari russi decessi suicidi o in circostanze comunque non chiare dall’inizio dello scorso anno. Il magnate della salsiccia e deputato Pavel Antov è deceduto in India lo scorso dicembre, dopo essere precipitato dal terzo piano dell’albergo in cui soggiornava in quello che è stato considerato dalle autorità indiane come suicidio. Solo due giorni prima, il suo amico e compagno di viaggio, Vladimir Budanov è deceduto di attacco cardiaco il giorno del 65esimo compleanno di Antov. Budanov, 61 anni, soffriva di cuore, secondo la polizia.

Alexander Buzakov, direttore dei cantieri navali di sottomarini convenzionali, è deceduto all’improvviso a dicembre. Nessuna causa della morte riferita dalle autorità. Anatoly Gerashchenko, ex rettore dell’Istituto per l’aviazione di Mosca è deceduto in un incidente non meglio spiegato a settembre, ha reso noto l’istituto. Il presidente della compagnia petrolifera Lukoil Ravil Maganov è deceduto all’inizio di settembre dopo essere caduto dalla finestra di un ospedale di Mosca. L’imprenditore Ivan Pechorin, a capo dell’Azienda per lo sviluppo dell’Estremo oriente e per l’artico, è stato trovato deceduto a Vladivostok. Era annegato il 10 settembre vicino a Punta Ignatyev.

Il manager di Lukoil Alexander Subbotin è stato trovato deceduto vicino a Mosca a maggio, dopo aver incontrato uno sciamano. Il dirigente di Gazprom Leonid Shulman, a capo della direzione trasporti di Gazprom Invest, è stato trovato deceduto nella sua dacia a Leninsky, vicino a San Pietroburgo il 30 gennaio del 2022. Accanto al suo corpo, gli inquirenti hanno trovato un biglietto di addio. Il mese successivo, il 25 febbraio, un altro dirigente di Gazprom, Aleksandr Tyulakov, è stato trovato deceduto nel garage della sua abitazione, nello stesso villaggio. Novaya Gazeta aveva parlato allora di suicidio.

L’ex vice presidente di Gazprombank, Vladislav Avayev, era stato trovato deceduto con la moglie e la figlia nella sua abitazione di Mosca il 18 aprile del 2022. Le autorità avevano parlato di suicidio, dopo il duplice omicidio. Il 19 aprile Sergey Protosenya, ex dirigente della produttrice di gas Novatek, una azienda in parte controllato da Gazprom, è stato trovato deceduto nella sua abitazione di Lloret de Mar, vicino a Barcellona. Nella residenza sono stati trovati i corpi della moglie e della figlia, con segni di violenza. Anche in questo caso, le autorità spagnole avevano concluso che si era trattato di un duplice omicidio seguito da suicidio, una versione contestata dal figlio, secondo cui si è trattato di un triplice omicidio.

Il miliardario russo di origine ucraina Mikhail Watford, è stato trovato deceduto nella sua abitazione del Surrey, in Inghilterra, il 28 febbraio del 2022. Vasily Melnikov, 43 anni, a capo di MedStom, una società di componenti mediche, è stato trovato deceduto con la moglie, di 41, e i loro due bambini di dieci e quattro anni, a Nizhny Novgorod il 23 marzo dello scorso anno.



Source link
di [email protected] (Web Info)
www.adnkronos.com
2023-05-23 14:41:09 ,

Previous Traffico aereo in ripresa – la Repubblica

Leave Your Comment