Serie A: Beltran va a segno, è festa Fiorentina col Verona – Notizie

0


Una rete di Beltran nella ripresa, la sua prima su azione, ha permesso alla Fiorentina di battere il Verona e restare in corsa per un posto in Champions.
Una vittoria pesantissima per la squadra viola che ha patito l’assenza di Nico Gonzalez e le fatiche di Conference ma soprattutto la buona prestazione di un avversario che a dispetto della classifica avrebbe meritato di più. La squadra di Baroni, fiorentino ed ex viola, ha fallito un rigore con Djuric dopo soli 3′ e si è vista neutralizzare da Terracciano almeno tre occasioni nitide. Quando nel secondo tempo i gialloblù sono calati i viola ne hanno approfittato.  LA CRONACA

 

 

 La partita ha offerto subito emozioni: dopo appena 36 secondi Terracciano sbagliando su un retropassaggio (Folorunsho gli ha sfilato il pallone) ha ‘regalato’ un rigore al Verona. Il portiere viola però è riuscito a riscattarsi parando il tiro di Djuric e nella stessa azione la ribattuta di Suslov. Un inizio arrembante per i veneti vicini al gol anche con Ngonge su cui è opposto ancora Terracciano salvando una Fiorentina in evidente difficoltà per la contemporanea assenza di Bonaventura e Arthur (in panchina dopo i recenti acciacchi) e quella naturalmente quella di Gonzalez sceso in campo prima del match per ritirare la maglia celebrativa delle 100 presenze in viola raggiunte giovedì contro il Ferencvaros. Una gara però sfortunata per l’argentino visibilmente zoppicante per la lesione alla coscia destra subita.
Al suo posto Italiano ha schierato Ikoné e arretrato Beltran trequartista, con Sottil a sinistra e Nzola punta centrale.
Proprio l’angolano era andato a segno al 18′ ma la rete del possibile vantaggio viola la rete è stata annullata per un suo tocco di mano, decisione confermata anche dal Var. Lo stesso Nzola poco dopo ha avuto un’altra possibilità, però non è riuscito a sfruttarla. E’ stato il momento in cui la Fiorentina sembrava essersi un po’ ripresa, anche se ogni ripartenza dei veneti si trasformava in possibile pericolo. Come al 31′ quando ancora Terracciano ha salvato in tuffo su Ngonge. Dopo l’intervallo e qualche fischio piovuto sulla sua squadra Italiano l’ha ridisegnata inserendo Arthur (provvidenziale il suo ingresso), Kouamé e Barak per Maxime Lopez, Sottil (dolorante) e Nzola, mentre nel Verona usciva Magnani per Amione.
La Fiorentina provava ad aumentare i giri ma non riusciva a incidere, i veneti meno brillanti rispetto al primo tempo giocato a 100 all’ora pensavano perlopiù a difendersi e a sfruttare qualche sporadico contropiede. Baroni inseriva Henry, Dawidowicz e l’applaudito ex Saponara ma erano i viola dopo tanta sofferenza a passare con Beltran (tornato centravanti da inizio ripresa) con un gran tiro deviato da Amione che faceva esplodere il Franchi e brillare la classifica. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA



Source link
di
www.ansa.it
2023-12-17 17:22:36 ,

Leave A Reply