Tiro a segno: Campionati Inverno; due ragazze battono gli uomini – Altri Sport

0


Un Campionato d’Inverno del tiro a
segno all’insegna del ‘rosa’ quello svoltosi a Bologna, dove si
è gareggiato in nome della parità di genere e in cui in due casi
le donne hanno prevalso sugli uomini. Come dire che le tiratrici
in gara, a ognuna delle quali, prima delle rispettive prove, è
stato consegnato un piccolo omaggio floreale sulla postazione di
tiro, hanno davvero saputo farsi valere. Così sono arrivate due
vittorie che sembrano voler conferire ancor più significato alla
campagna ministeriale contro la violenza di genere che la Unione
italiana tiro a segno (Uits) ha voluto in questa occasione, con
il gesto di donare dei fiori alle ragazze, riproporre
all’attenzione generale.

   
Nella finale di carabina la napoletana Veronica Maria Calvello
è salita sul gradino più alto del podio davanti al ligure
Edoardo Bonazzi e ad un’altra ragazza, la ferrarese Agnese
Formieri. “E’ stato emozionante battere il mio amico Edoardo –
il commento di Calvello – che mi ha reso la vita dura fino alla
fine. All’ultimo colpo ho risposto al suo 10.8 con un bel 10.9”.

   
L”exploit della Calvello aveva avuto un antefatto quando
un’altra atleta campana, la poliziotta beneventana Maria
Varricchio, nella gara di pistola riservata ai gruppi sportivi
militari, si era imposta su due azzurri, il finanziere Francesco
Bruno e il carabiniere Luca Tesconi, quest’ultimo medaglia
d’argento all’Olimpiade di Londra 2012.

   
“Lo sport è uno strumento ideale per veicolare messaggi
importanti e il tiro a segno è la quintessenza della parità di
genere, mettendo uomini e donne in grado di competere ad armi
pari, e i risultati di Bologna lo confermano in modo
schiacciante”, è stato il commento di Petra Zublasing, ex
campionessa del mondo di carabina e ora apprezzato tecnico.

   

   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA



Source link
di
www.ansa.it
2023-12-10 16:38:00 ,

Leave A Reply