Voterò «turandomi» il naso e gli altri sensi

0


Mezzogiorno, 24 settembre 2022 – 08:56

Le lettere al Corrmezz, risponde il direttore Enzo d’Errico

Caro direttore, le confesso che ho serie riserve sull’appuntamento elettorale che ci attende. In pratica vorrei astenermi. Sono un magistrato in quiescenza e dunque ho un alto senso dello Stato e della democrazia. Ma ne ho davvero le tasche piene. Ho in abitazione un grillo parlante che mia moglie, una collega, la quale sostiene che non ci si pu sottrarre. Ma astenersi davvero un gesto tanto terribile?
Paride Angrisani

Caro signor Angrisani, Spero che ieri abbia letto, su questo giornale, l’editoriale del professore Aldo Schiavone perch, in modo senza dubbio pi convincente di quanto possa fare io, rispondeva proprio alla sua domanda, spiegando che l’astensione non un gesto di condanna contro questa politica ma contro ogni politica. E, come tale, un rifiuto della democrazia nella sua stessa essenza. Potrei aggiungere tanti altri argomenti, a cominciare dal sangue versato per sconfiggere il nazi-fascismo e restituire ai cittadini questo diritto primario. Detto ci, comprendo perfettamente che siamo giunti al limite di sopportazione. Faccio il giornalista dal lontanissimo 1977 e non ho mai assistito a una campagna elettorale cos indecente. Eppure viviamo il periodo pi drammatico che il mondo abbia attraversato dal secondo dopoguerra a oggi: l’invasione dell’Ucraina, lo spettro di un conflitto nucleare, la recessione che ogni giorno erode sensibilmente il potere d’acquisto dei salari (gi tra i pi bassi d’Europa), l’emergenza ambientale che sconvolge gli equilibri climatici del pianeta, la questione energetica che deflagrer in inverno ma di cui gi adesso sentiamo gli effetti con il caro bollette, una pandemia che non molla la presa, i giovani condannati alla precariet e rapinati del futuro. Potrei andare avanti a lungo ma mi fermo qui. Ebbene, ha ascoltato proposte serie per affrontare anche uno solo di questi problemi? Ha percepito che i partiti, nessuno escluso, avessero davvero consapevolezza della tragedia nella quale siamo immersi? Io ho assistito esclusivamente a una miserabile caccia al voto fatta di promesse irrealizzabili. Per questo domani andr a votare, poich i diritti vanno sempre difesi e mai considerati acquisiti. Ma non lo far turandomi il naso, bens rinunciando a tutti i cinque sensi. Enzo d’Errico


24 settembre 2022 | 08:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA






Source link

Leggi la notizia su: CorriereMezzogiorno.Corriere.it

LEGGI TUTTO

, 2022-09-24 06:57:35 ,

Leave A Reply