Doctor Who: The Giggle presenta il nuovo Dottore in modo sorprendente

0


È l’occasione per rispondere alla domanda che si era fatto all’inizio dell’episodio, mentre si chiedeva cosa rimaneva di lui senza Tardis e senza cacciatore sonico, e l’occasione per guarire da millenni di traumi. Possono esistere più Dottori ma un solo Viaggiatore del Tempo e Quindici, così positivo, energico, paterno e affettuoso è perfetto per saltare da una parte all’altra dell’universo in cerca di persone da salvare. Davies permette comunque al vecchio dottore di avere un Tardis tutto suo (cos’altro si sarà sdoppiato nella bigenerazione, forse un’altra linea temporale nella quale rivedremo il Maestro, annunciato da una brevissima scena del finale ?), lasciandogli la possibilità di viaggiare nello spazio e soprattutto di… rifarsi vivo qualora lo show perdesse di nuovo smalto. È un reset semplice quanto geniale e contemporaneamente una furbata di quella vecchia volpe di Davies. Lo storico showrunner del reboot della serie anche in the Giggle ha saputo coniugare elegantemente i toni, dalla commedia al dramma all’horror, i colpi di scena, i momenti tragici e commoventi, infarcendoli di azione e spettacolarità e inserendo anche una riflessione sociale. Nello speciale che precede la puntata di Natale dà vita, tramite Gatwa, un nuovo Dottore rinvigorito e gioioso che non ha perso la vulnerabilità e l’amore per il prossimo del predecessore. Quello che, secondo noi, è una vera ventata di aria fresca e leggerezza. Non solo, è decisamente “Il Dottore”.



Leggi tutto su www.wired.it
di Lorenza Negri www.wired.it 2023-12-11 15:18:36 ,

Leave A Reply