Gemini, la risposta di Google a ChatGPT

Gemini, la risposta di Google a ChatGPT

Gemini, la risposta di Google a ChatGPT


Google dichiaro che esistono tre versioni di Gemini: Ultra, quella più grande e più capace; Nano, significativamente più piccola e più efficiente; e Pro, di dimensioni e capacità intermedie.

Da oggi, Bard sarà alimentato da Gemini Pro, che secondo l’azienda renderà il chatbot capace di ragionamenti e pianificazioni più avanzate. Una versione specializzata di Gemini Pro è stata inserita anche in una nuova versione di AlphaCode, uno strumento per la programmazione di DeepMind. La versione più potente di Gemini, Ultra, verrà integrata all’interno di Bard e resa disponibile attraverso un’Api nel 2024.

Sissy Hsiao, vicepresidente di Google e direttrice generale di Bard, afferma che le capacità multimodali del modello hanno conferito a Bard nuove competenze, migliorandolo in compiti come la sintesi dei contenuti, il brainstorming, la scrittura e la pianificazione. “Sono i più grandi miglioramenti in termini di qualità di Bard da quando è stato lanciato“, afferma Hsiao.

Nuova visione

Google ha organizzato diverse dimostrazioni per illustrare le capacità di Gemini nella gestione di problemi che coinvolgono informazioni visive. In una di queste, il modello di intelligenza artificiale ha risposto a un video in cui una persona disegnava alcuni oggetti, creava dei semplici enigmi e chiedeva idee per un gioco. Due ricercatori di Google hanno anche mostrato come Gemini potrebbe rilevarsi utile per la ricerca scientifica, rispondendo a domande su un documento di ricerca con grafici ed equazioni.

Collins afferma che Gemini Pro ha superato GPT-3.5, il modello che inizialmente alimentava ChatGPT, in sei degli otto benchmark comunemente utilizzati per testare l’intelligenza dei software AI.

Google sostiene che Gemini Ultra, il modello che debutterà l’anno prossimo, ha ottenuto un punteggio del 90%superiore a qualsiasi altro modello AI, compreso GPT-4 di OpenAI – nel benchmark Massive Multitask Language Understanding (Mmlu), sviluppato da ricercatori accademici per testare i modelli linguistici in materie quali la matematica, la storia degli Stati Uniti e il diritto.



Leggi tutto su www.wired.it
di Will Knight www.wired.it 2023-12-06 16:38:26 ,

Previous Supermercati aperti durante le festività: come trovarli

Leave Your Comment