Georgieva (Fmi): IA avrà un impatto sul 60% dei lavori nelle economie avanzate

Georgieva (Fmi): IA avrà un impatto sul 60% dei lavori nelle economie avanzate

Georgieva (Fmi): IA avrà un impatto sul 60% dei lavori nelle economie avanzate



L’intelligenza artificiale interesserà quasi il 40% dei posti di lavoro in tutto il mondo, sostituendone alcuni e completandone altri e nelle economie avanzate a essere influenzato dall’Ia potrebbe essere addirittura il 60%. Circa la metà dei posti di lavoro esposti potrebbe trarre vantaggio dall’integrazione dell’Ia in termini di produttività. Per l’altra metà, le applicazioni di intelligenza artificiale possono eseguire attività chiave attualmente svolti dall’uomo, il che potrebbe ridurre la domanda di lavoro, salari più bassi e assunzioni ridotte.

Nei casi più estremi, alcuni di questi i posti di lavoro potrebbero scomparire. Nei mercati emergenti e nei paesi a basso reddito, l’esposizione all’IA dovrebbe essere rispettivamente del 40% e del 26%. Molti di questi paesi non dispongono di l’infrastruttura o la forza lavoro qualificata per sfruttare i vantaggi dell’IA, aumentando il rischio che nel tempo la tecnologia possa peggiorare le disuguaglianze tra le nazioni.

E’ quanto emerge dall’analisi del Fondo monetario internazionale che definisce «impressionanti» i risultati dello studio che esamina il potenziale impatto dell’intelligenza artificiale sul mercato del lavoro globale, sia sul versante della possibile sostituzione da parte dell’Ia di posti di lavoro che su quello dell’integrazione con il lavoro umano.

«Siamo sull’orlo di una rivoluzione tecnologica che potrebbe far ripartire produttività, stimolare la crescita globale e aumentare i redditi in tutto il mondo e che potrebbe anche sostituire i posti di lavoro e approfondire le disuguaglianze», dichiara il direttore generale del Fmi, Kristalina Georgieva. «Il rapido progresso dell’intelligenza artificiale ha affascinato il mondo, suscitando sia eccitazione che allarme, e sollevando importanti domande su il suo potenziale impatto sull’economia globale. L’effetto netto è difficile da prevedere, poiché l’IA si diffonderà attraverso le economie in modi complessi. Quello che possiamo dire con una certa sicurezza è che – sottolinea – avremo bisogno di elaborare una serie di politiche per sfruttare in modo sicuro il vasto potenziale dell’IA a vantaggio umanità».



Source link

Previous No! Questo esperimento sui tamponi con il Kiwi non dimostra che siano farlocchi

Leave Your Comment