La Rai spende 200mila euro per monitorare le proprie “quote rosa”

0


Perché leggere questo articolo: La Rai mette in campo 206mila euro per monitorare la questione di genere nella Rai. Ma non c’è allarme sessismo o discriminazione guardando ai dati del passato

La Rai ha confermato per il 2023 il bando da 206mila euro per la costruzione di una ricerca sul tema della presenza femminile nei programmi Rai. In primavera è infatti andato a gara un bando per il “Servizio di monitoraggio sulla rappresentazione della figura femminile nella programmazione Rai” che dovrà dettagliare l’avanzamento dell’uguaglianza di genere nella televisione pubblica.

Chi ha vinto i precedenti bandi

Viale Mazzini non è nuova a indagini di questo tipo in passato. L’indagine in corso dovrà vagliare la programmazione  trasmissione per trasmissione e censire la descrizione della presenza femminile nei programmi dell’anno solare 2022. Un mandato più mirato rispetto a quello del rapporto dello scorso anno, che aveva come obiettivo indagare “la rappresentazione della figura femminile, il pluralismo di temi, soggetti e linguaggi e contributo alla creazione di coesione sociale” che ha “previsto un’articolazione interna specifica (un tema nel tema) volta a rilevare le strategie di contrasto alla diffusione del discorso d’odio (hate speech)”.

I rapporti 2021 e 2022, relativi entrambi agli anni precedenti, erano stati vinti da un consorzio di imprese formato da ISIMM Ricerche srl (capogruppo), IZI spa, InfoJuice srl. A guidare il team, il…


Author: Andrea Muratore
Data : 2023-08-24 07:49:07
Dominio: www.true-news.it
Leggi la notizia su: Politics – True News.
LEGGI TUTTO

Leave A Reply