Scatta l’obbligo di assicurazione per i monopattini elettrici | Wired Italia

0


Il codice della strada e quello delle assicurazioni private saranno modificati per prevedere l’obbligo di assicurazione per i veicoli elettrici leggeri, tra i quali spiccano i monopattini. Lo riporta Il Sole 24 Ore, specificando che il Consiglio dei ministri ha approvato con esame preliminare il decreto legislativo di recepimento, in questo senso, di una direttiva dell’Unione europea.

Il documento, curato preliminarmente dal ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso e al quale dovrà seguire un decreto attuativo entro 90 giorni dalla sua entrata in vigore, non riguarda solo la piccola mobilità elettrica. Per quanto riguarda le assicurazioni, esso chiarisce infatti anche che, ai fini dell’obbligo per i possessori delle auto, non conta il terreno su cui ne avviene l’uso, né il fatto che esse siano ferme o in movimento. Anche i veicoli che restano immobili in aree private dovranno dunque essere assicurati. Una disposizione, quest’ultima, che fissa peraltro in norma un principio stabilito dalla Cassazione con una sentenza del 2021.

A prescindere dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento”, si legge in particolare nel decreto, l’obbligo di assicurazione è esteso anche ai “veicoli utilizzati esclusivamente in zone il cui accesso è soggetto a restrizioni”. Sono invece previste deroghe per i veicoli inidonei all’uso come mezzo di trasporto e a quelli ritirati dalla circolazione.

Esclusi dall’obbligo sono però anche alcuni casi di sospensione della polizza volontaria. Occorrerebbe, in tal senso, una comunicazione formale all’agenzia di assicurazione, con un termine prorogabile più volte per un massimo di nove mesi rispetto all’annualità. La sospensione sarebbe peraltro da ritenersi attivata solo in seguito alla registrazione nell’apposita banca dati del Mimit. In caso di incidenti, diventa poi obbligatorio lo scatto della copertura del fondo di garanzia per i morti della strada.

Assume infine maggior vigore lo strumento del preventivatore pubblico, un’applicazione web realizzata dal ministero dello Sviluppo Economico e dall’Ivass che consente di confrontare i costi delle rc auto offerte dalle imprese assicurative operanti in Italia.



Leggi tutto su www.wired.it
di Alessandro Patella www.wired.it 2023-08-04 10:30:17 ,

Leave A Reply