«Si è accesa una luce, credo in papa Francesco»- Corriere.it

«Si è accesa una luce, credo in papa Francesco»- Corriere.it


L’ex deputata di Rifondazione comunista, a lungo accesa critica del Vaticano, racconta il suo bisogno di Dio e gli incontri che hanno riacceso una fiamma che credeva spenta

«Una pianta avvizzita in un terreno arido». Vladimir Luxuria, al secolo Wladimiro Guadagno, artista e opinionista 58enne, ex deputata di Rifondazione comunista, ha dichiarato a cuore aperto la sua fede in Gesù e la sua impossibilità a vivere senza, sentendosi altrimenti, appunto, una pianta avvizzita. In una lettera pubblicata su Avvenire, Luxuria, a cui forse ora questo nome d’arte potrebbe andare un po’ stretto, ha ricordato la sua adolescenza a Foggia, l’interiorità femminile, la frequentazione della parrocchia, le incomprensioni, il rifiuto e il suo allontanamento da Dio. «Perché Dio mi aveva creata così?», scrive ora Luxuria. Costretta a scegliere, racconta di aver dunque lasciato la Chiesa, schierandosi vivacemente e provocatoriamente per anni contro il Vaticano e i Papi, convertendosi al buddhismo. Più avanti, l’incontro con i sacerdoti Vitaliano della Sala e Andrea Gallo di Genova, l’arrivo di papa Bergoglio, il ritorno alla comunione, e quello in una chiesa, a Napoli, con nuova commozione. «Si è accesa una luce dentro di me», è il ricordo di Luxuria. Quindi don Andrea Conocchia, prete di Torvajanica a Roma che le dice: «Vuoi conoscere papa Francesco?». Fino al 13 dicembre scorso, quando Luxuria è stata accolta dal pontefice. «So che ci sono ancora tanti ostacoli per…


Author: Franco Stefanoni
Data : 2023-12-29 13:15:05
Dominio: www.corriere.it
Leggi la notizia su: Corriere.it – Politica
LEGGI TUTTO

Previous Vanessa Ballan, i funerali a Castelfranco Veneto. Una bara bianca per la 26enne vittima di femminicidio

Leave Your Comment